venerdì 18 novembre 2011

WDG: Capitolo Cinque


Capitolo Cinque



Quel lunedì mattina, Hana avrebbe iniziato a lavorare come domestica presso un abitazione nei quartieri alti. All'agenzia gli avevano fornito orari, indirizzo e anche il codice di sblocco della porta. Sembrava infatti che i proprietari al mattino fossero fuori e che quindi Hana sarebbe stata sola in casa, il che significava più responsabilità.
Fare la domestica non era il sogno della ragazza, ma visto come si erano messe le cose non poteva certo rifiutare un ottimo lavoro, che avrebbe svolto due volte a settimana. La giovane già si tormentava all'idea di trovare un secondo lavoro, e anche un terzo perché no.
Hana adesso si ritrovava foglietto in mano a scrutare i numeri di quella via alla ricerca della sua casa. La ricerca non durò molto, e ben presto Hana si ritrovò di fronte ad una villetta, a due piani, piccola dalla facciata bianca e un giardino ben tenuto.
Hana aprì il basso cancello di ferro ed entrò dirigendosi alla porta, durante il tragitto non perse occasione di ammirare quel giardino fiorito, con alte siepi e cespugli di violette.