giovedì 29 novembre 2012

Ad alta quota


Ad alta quota


«Wonnie, non credo sia stata una buona idea...» Ansimò Henry sotto il tocco gentile di Siwon.
«Io invece penso che sia stata una bellissima idea.» Sussurrò suadente Siwon spingendo il suo bacino contro quello dell'altro ragazzo che ansimò senza vergogna. Le loro erezioni si strusciarono ancora pulsanti dell'orgasmo che li aveva colpiti.
«Abbiamo appena fatto l'amore su un aereo ad alta quota.»
«Lo so piccolo, ed è qui la cosa fantastica.» Sorrise Siwon baciando il ragazzo.
«Non c'è pericolo che qualcuno ci abbia sentito?» Chiese Henry timoroso, accarezzando i pettorali di Siwon.
«Tranquillo chi vuoi che ci abbia sentito? È notte fonda.» Sorrise Siwon baciando il più piccolo.
Fuori dal bagno una madre schioccata tappava le orecchie di una figlia confusa.




FINE!

È un amore segreto...


È un amore segreto che solo tu ed io conosciamo


«Non credo che questo sia il luogo più adatto.... ahhh...»
«Shhh... Woonnie, rilassati.»
«Parli facile tu, ma sono io quello che ha qualcosa di enorme su per il....» Le labbra di Doojoon bloccarono quel chiacchiericcio isterico.
«Hyung... ah.... ah... se restiamo... mmm, qui, ci scopriranooooooooo h.....» Doojoon aumentò la velocità delle sue spinte, portando Dongwoon ad allacciare più saldamente le gambe attorno alla sua vita.
«mmm... il pensiero di essere scoperti rende tutto più eccitante...»
«Babo!!» Strillò Dongwoon colpendo Doojoon con un schiaffo in testa, l'altro in risposta scoppiò a ridere mentre rafforzava la pressa e con le ultime spinte veniva dentro il compagno in un grido animalesco in simbiosi con quello di Dongwoon.
«Credo che Yoseob abbia visto tutto dalla sua stanza.» Ansimò Dongwoon indicando la finestra aperta della camera di fronte al terrazzo dove i due si erano amati.
«Impossibile. Ti devi essere auto suggestionato.»
«Forse hai ragione.»

In camera sua Yoseob stava raggomitolato in un angolo della stanza e dondolandosi avanti e indietro ripeteva: «Io non ho visto nulla... Io non ho visto nulla...»




FINE!

martedì 27 novembre 2012

WDG: Capitolo Ventinove


Capitolo Ventinove


«Seunghyun! Seunghyun! Fermo!» Hana rincorreva per i corridoi dell'ospedale un Seunghyun molto arrabbiato.
«Seunghyun!!» Hana non era una campionessa nella corsa, non era per niente brava con le attività fisiche, ma non poteva permettere al suo ragazzo di commettere qualche sciocchezza. Quindi si armò di forza di volontà e corse fino allo sfinimento per raggiungere TOP e afferralo in tempo prima che uscisse dall'ospedale.
«Cosa credi di fare?» Gli chiese Hana col fiatone.
«Vado da mio nonno. Questa proprio non gliela perdono. Non gli è bastato obbligare me al matrimonio a dovuto farlo anche con Damin.» Rispose TOP con rabbia senza un minimo segno di stanchezza, nonostante avverse quasi corso per tutto l'ospedale.
«Yah... cerca di ragionare con calma. Anche se tuo nonno ha sbagliato organizzando un appuntamento al buio per Damin, non puoi andare da lui e accanirti con parole dure dettate dalla rabbia. E pur sempre vostro nonno e pensa al vostro bene.»
«Lo stai difendendo?!» Urlò Seunghyun attirando le attenzioni su di loro.
«Io non sto difendendo nessuno... sto solo dicendo che dovresti capire le ragioni che hanno spinto tuo nonno a prendere quella decisione.»
«Le sue ragioni sono che vuole controllare le nostre vite. E vuole farlo spingendoci verso matrimoni che non vogliamo.» Ribatté Seunghyun sicuro delle sue parole.
«Se è così allora non dovresti farlo.»
«Eh?!»
«Se vuole controllare la tua vita con un matrimonio che non vuoi... allora non sposarti. Damin l'ha fato. È stata un po' avventata ma nella sua ingenuità, è riuscita a ribellarsi.» Seunghyun chiuse gli occhi inspirando profondamente.
«Credo che tu non abbia capito, io voglio sposarti.»
«Oh bene allora hai proprio un bel modo di farmelo capire.»

giovedì 22 novembre 2012

Capitolo Quattro


Part Four


«Hyung... hamm... il dormitorio è dall'altra parte.»
«Chi ti dice che stiamo andando al dormitorio?» Daesung sbiancò e con sempre più forza strinse la cintura di sicurezza, quando TOP affrontava una curva alla velocità di una formula uno.
«Hyung... rallenta.» Sussurrò con un soffiò di voce, mentre Seunghyun iniziava a rallentare per poi entrare nel garage sotterraneo di quello che a Daesung sembrava l'appartamento privato di TOP.
«Perché siamo qui?» Chiese il più piccolo con calma quando l'auto si fu fermata al suo posto con uno stridio di ruote.
«Ho voglia di un bicchiere di vino.»
«E non potevi berlo al dormitorio?» Si lamentò Daesung che iniziava a sentire la stanchezza di quella giornata.
«In quell'antro infernale, con Seungri che urla in continuazione e i cani che abbaiano anche alla loro ombra? No grazie, ho bisogno di un po' di silenzio.»
«Potevi invitare Jiyong hyung? In fin dei conti è il tuo fidanzato.» Buttò lì Daesung camminando dietro Seunghyun che si voltò a fissare l'amico con un sorrisino sulle labbra.

Capitolo Tre


Part Three


La trasmissione era iniziato già da lungo tempo e TOP già si annoiava, ma non lo dava a vedere, perché lui era bravo a mantenere le facciate. Daesung seduto di fianco a TOP chiacchierava amabilmente con uno dei membri dei Super Junior, mentre il rapper stanco di non far nulla ispezionava con lo sguardo uno per uno tutti i partecipanti a quella noiosa trasmissione soffermando il suo sguardo su Sung Joon, TOP aveva notato le lunghe occhiate che l'attore gli aveva lanciato sicuro di non essere visto... ma il grande Choi Seunghyun ha occhi ovunque e vede anche quando non guarda. Seunghyun accavallò le gambe e in un momento di distrazione del cameraman (impegnato a fare il primo piano delle gambe di JiYeon delle T-ara) puntò il suo sguardo da assassino in quelli limpidi di Sung Joon che ricambio anche se con un po' di fatica quello studio al dettaglio.

Capitolo Due


Part Two



Avete presente la sensazione di quando da bambini vostra madre vi sgridava per qualcosa che non avevate assolutamente fatto, come un vaso rotto che non avevate rotto voi, ma il cugino venuto in visita da chi sa quale punto del mondo, ma non potendo sgridare un bambino semisconosciuto vostra madre se la prendeva con voi e nonostante voi non avevate fatto niente alla fine il rimprovero di vostra madre era così efficace che vi auto convincevate che alla fine forse la colpa del vaso rotto è tua quando anche sua, di quel bambino semisconosciuto intoccabile. E sotto a sentirsi in colpa. Ecco Daesung si sentiva così, lui non aveva fatto nulla, ma veramente nulla eppure quel senso di colpevolezza lo impregnava da testa a piedi. Perché TOP hyung era come una madre isterica che ha appena scoperto il proprio vaso preferito rotto dal bambino intoccabile, e non avendo nessuno su cui sfogarsi si sfoga con il proprio bambino. Solo che il vaso di TOP sono i suoi occhiali preferiti e il bambino intoccabile è il suo GD, quindi in assenza del suddetto bambino la madre isterica se la prende con quello presente che per cattiveria del destino (in questo caso il loro manager) si ritrova nella sua stessa auto diretto allo stesso programma TV.
Daesung aveva un irrefrenabile voglia di piangere non solo perché Seunghyun continuava a prendersela con lui anche per i semafori rossi ma per la guida del suo hyung che aveva scambiato i 60 consigliabili per i 160 usabili e lì a giù di acceleratore, tanto la vita è una no?!
I due cantanti arrivarono agli studio televisivi in perfetto orario e per poco Daesung sceso dall'auto non si metteva a baciare l'asfalto. Solo le fan presenti fuori dagli studio lo fermarono dal fare un gesto tanto avventato.

Capitolo Uno


Part One



Che cosa non si fa per amore.
Amore.
Alla fine cos'è questa parola?
La si può trovare ovunque, sotto ogni forma, colore, disegno, parola.
Ma realmente quanti ne conoscono il significato? Forse nessuno o forse tutti.
Si dice che se ami qualcuno con tutto il cuore allora lo devi lasciare libero.
Ma chi realmente lo fa?
Si dice anche che se la persona che ami e felice allora anche tu sarai felice.
Ma è vero? Forse se sei tu la causa di quella felicità. Ma se la felicità gliela dona qualcun'altro allora che fare? Restare lì a guardarlo da lontano o avvicinarsi e cercare di essere felice con lui...?

Scheda: Il gioco di TOP

Titolo: Il gioco di TOP
Fandom: BigBang | Se7en | Sung Joon
Capitoli: 4
Trama: In questa storia avrete la possibilità di passare una giornata con TOP e scoprire tutti i retroscena della sua vita.



Capitolo 1  LEGGI
Capitolo 2  LEGGI
Capitolo 3  LEGGI
Capitolo 4  LEGGI

Scheda: Remember That Day

Titolo: Remember That Day
Fandom: FT Island
Capitoli: 2
Trama: «Mamma, Papà lui è Choi Jonghun il mio ragazzo.»
«Onorato di fare la vostra conoscenza.» Hongki si voltò a guardarlo quando il ragazzo si prodigò in un inchino quando alzò il capo lasciando mostrare il suo volto entrambi i ragazzi persero un battito si fissarono per un attimo che sembro infinito poi distogliendo lo sguardo per primo Hongki ricordo gli avvenimenti che l'avevano portato a conoscere il ragazzo di sua sorella...
Le conseguenza di una notte di pura follia.

Capitolo 1  LEGGI
Capitolo 2  LEGGI

Scheda: Sobbie in love

Titolo: Sobbie in love
Fandom: B2ST/Beast
Capitoli: 3
Trama: Tre capitoli per scoprire i sentimenti più nascosti di Yang Yoseob.





Capitolo 1  LEGGI
Capitolo 2  LEGGI
Capitolo 3  LEGGI

WDG: Capitolo Ventotto


Capitolo Ventotto




Tu... Tu... Tu... Tu... Tutututututu (NdA: ammm... questo dovrebbe essere un misero tentativo di chiamata senza risposta.)
Un lungo sospiro si levò nell'aria, mentre la mano di Damin ricadeva pesantemente al suo fianco. La giovane sedeva in una delle tante panche di legno che attorniavano il parco vicino casa sua, si trovava lì nello stesso punto da ormai ore. Nel cielo splendeva una grande luna piena, e i giochi dei bambini giacevano silenziosi da ormai ore. Damin nonostante il freddo pungente che la colpiva rimaneva ferma immobile, gli occhi gonfi a causa delle lacrime che aveva versato e il cuore spezzato in due. Le parole del nonno gli rimbombavano nella testa, e si ripetevano di continuo come un disco rotto.

venerdì 9 novembre 2012

WDG: Capitolo Ventisette


Capitolo Ventisette



Toc Toc
«Avanti.»
«Sono passati quattro anni, eppure come ti ho lasciato così ti ritrovo.»
«Jiram!» L'uomo che sedeva dietro un'imponente scrivania di mogano si alzò improvvisamente causando la caduta della poltroncina e lo sparpagliarsi di fogli che prima era intento a firmare. Il suo viso era puro stupore. «Che ci fai qui?»
«Che modo è questo di trattarmi?! Alla fine io non ho fatto nulla di male.»
«Jiram... io...» Jiram alzò una mano bloccando sul nascere quel flusso di parole sconnesse che sapeva il suo ex marito avrebbe tirato fuori.
«Mi dispiace? Non volevo ferirti? Sono scuse che non mi serve più ascoltare.»

WDG: Capitolo Ventisei


Capitolo Ventisei



«Ha fatto il giro del mondo la notizia del fidanzamento di due dei membri della popolare band Coreana dei BigBang. Ieri durante la conferenza stampa per l'YG Family Concert, Choi Seunghyun rapper della band ha annunciato per oggi la sua festa di fidanzamento mentre per la fine dell'anno il suo matrimonio. Sono centinaia le fan dei BigBang che assediano le porte della YG Entertainment contrarie al matrimonio del loro TOP oppa, e al fidanzamento di Lee Seunghyun, maknae del gruppo che alla conferenza stampa ha appoggiato il compagno dichiarando le sue intenzioni a sposare nel corso del prossimo anno la propria fidanzata. “I nostri ragazzi sono ormai cresciuti, ed anche se per molti sarà difficile accettarlo è giusto che pensino a crearsi una propria famiglia.” Queste le parole del CEO che....»

WDG: Capitolo Venticinque


Capitolo Venticinque

«Suona. Suona. Suona. Ahhhhh.... perché non suoni.» Damin seduta a gambe incrociate sul suo letto, fissava con un cuscino tra le mani il suo cellulare, implorandolo con lo sguardo di suonare. Erano passati due giorni dal ritorno a Seoul e Jiyong il suo Jiyong non si era ancora fatto sentire.
«Jenjang!*» Imprecò la giovane scendendo dal letto con una certa fretta e lanciando il cuscino per aria che finì proprio sul cellulare. «Ma dico io perché mi ha chiesto il numero se poi non è interessato a cercarmi.» Con queste parole dette con sconforto, Damin si chiuse in bagno sbattendo la porta. Erano le sei e trenta del mattino e Damin doveva prepararsi per andare a scuola, era pure in ritardo per colpa del suo fissare il cellulare.
«Damin!!» Al quinto richiamo della madre, Damin si decise ad uscire dalla sua stanza e a dirigersi da basso a fare colazione anche se il suo stomaco chiuso com'era non avrebbe accettato neanche un grammo di cibo.

WDG: Capitolo Ventiquattro


Capitolo Ventiquattro

Giunse il momento che la piccola vacanza finisse e che i nostri amati protagonisti tornassero alla loro vita di tutti i giorni.
Quel giorno arrivò alle tre di pomeriggio di una domenica soleggiata. Occhiali da vista e valige alle mano il gruppo si diresse all'imbarco 5 dove un hostess sorridente e cordiale li invitò a salire sull'aereo che li avrebbe ricondotti a Seoul. Seungri e TOP non lasciarono neanche per un momento il fianco e la mano delle loro compagne. GD fissandoli se ne sentì geloso, invidiava la facilità con cui gli amici erano riusciti a trovare e tenersi la loro anima gemella. Lui nonostante vedesse in Damin la sua anima gemella, non riusciva ad avvicinarsi a lei o a dirle qualcosa, la qualsiasi cosa. Poi il fatto che camminasse fianco a fianco con Youngbae non aiutava per niente. Quanto avrebbe voluto avere al suo fianco la dolce Damin invece dell'assonato Daesung che non perdeva mai occasione per far finire la sua valigia sui suoi piedi.
«Yah, Daesung! Rifallo ancora una volta e quella valigia te la rompo in testa.» Ringhiò il leader attirando l'attenzione di Youngbae e Damin che stavano proprio davanti a loro.

WDG: Capitolo Ventitré


Capitolo Ventitré

Tornati a casa Jiram si chiuse subito in camera e buttandosi sul letto iniziò a piangere.
Pianse per quel matrimonio sbagliato che aveva acconsentito a fare. Pianse per l'indifferenza e l'abbandono da parte di quella famiglia che aveva amato tanto e che in cuore suo amava ancora. Pianse per molte cose, ma soprattutto pianse per quell'amore che nutriva per Seungri.
Un amore che non sarebbe mai sbocciato.

Al piano di sotto intanto...
«Ma che gli è presso?» Seungri fissava con apprensione il piano di sopra dove era corsa a rifugiarsi Jiram. Hana che aveva capito tutto si morse nervosamente il labbro insicura se parlare o meno. Alla fine Jiram era la sua migliore amica, e a quel punto della sua relazione con Seungri non sapeva se intromettersi oppure no.
Forse spettava a Jiram dirgli tutto e non a lei.
Si, era meglio restare zitta, sarebbe stata Jiram a dirgli tutto prima o poi quando si sarebbe sentita pronta.
«Hana, tu sai qualcosa?»
Porca...! Hana si voltò linciando con lo sguardo Seunghyun che aveva deciso di parlare proprio in quel momento.Questo ragazzo vuole morire sotto le mie mani... pensò inviperita la ragazza
«Io non so niente. Stai zitto!»

WDG: Capitolo Ventidue


Capitolo Ventidue

Sedute sui teli Hana e Damin fissavano i loro amici giocare e scherzare dentro l'acqua. Hana un po' li invidiava, lei non aveva mai imparato a nuotare e di quella distesa azzurra aveva tremendamente paura, aveva visto poche volte il mare, ma quelle poche volte gli era bastato. Il mare non faceva per lei, preferiva di gran lunga la montagna. Anche perché a sciare se la cavava piuttosto bene.
«I nostri oppa sono davvero così belli.» Sorrise sognante Damin, fissando il fisico asciutto e scintillante di Jiyong.
«I nostri oppa? Ma se hai occhi solo per Jiyong.» Sorrise Hana.
«Unnie, ma che dici?» Damin si voltò a fissare Hana rossa di imbarazzo.
«Dico solo quello che vedo. Hai praticamente mangiato il povero Jiyong con gli occhi.»

WDG: Capitolo Ventuno


Capitolo Ventuno

Il residence di cui parlava Jiyong era una piccola abitazione a due piani situata nei pressi di Sogwipo. La struttura in mattoni gialli, si affacciava su una grande piscina a forma ellittica, dando le spalle alla scogliera e a una piccola spiaggia privata.
Le tre ragazze alloggiavano in una grande stanza dai chiari colori estivi, con un grande letto matrimoniale che ne occupava il centro.
Seunghyun, Jiyong e Daesung occupavano una stanza più piccola in fondo al corridoio del secondo piano.
Mentre Youngbae e Seungri ne occupavano un altra posta di fronte a quella delle ragazze.
« Pensavo avremmo alloggiato in un albergo. » Disse Jiram, iniziando a svuotare la propria valigia.
« Lo pensavo anche io. » Rispose Hana, anche lei impegnata a disfare la valigia come anche Damin.
« Così è meglio, gli alberghi sono così affollati. Gli oppa devono sempre stare attenti a fare tutto. » Disse Damin.
« Oh... probabilmente hai ragione. » concordò Jiram.
Toc, toc, toc...

Scheda: Wanted Desperately Girlfriend

Titolo: Wanted Desperately Girlfriend
Fandom: BIGBANG
Capitoli: 29
Trama: Choi Seunghyun è ne guai il nonno vuole che lasci la musica, per entrare nella società di famiglia, ma il caro TOP non vuole abbandonare il suo sogno adesso che l'ha realizzato. Giunge così ad un compromesso con l'anziano parente: Choi Seunghyun sposerà la sua ragazza, entro 100 giorni. C'è solo un piccolo problema Seunghyun non ha la ragazza, ecco allora che i BigBang mettono su una vera e propria caccia alla fidanzata perfetta.

Capitolo 1  LEGGI
Capitolo 2  LEGGI
Capitolo 3  LEGGI
Capitolo 4  LEGGI
Capitolo 5  LEGGI
Capitolo 6  LEGGI
Capitolo 7  LEGGI
Capitolo 8  LEGGI
Capitolo 9  LEGGI
Capitolo 10  LEGGI
Capitolo 11  LEGGI
Capitolo 12  LEGGI
Capitolo 13  LEGGI
Capitolo 14  LEGGI
Capitolo 15  LEGGI
Capitolo 16  LEGGI
Capitolo 17  LEGGI
Capitolo 18  LEGGI
Capitolo 19  LEGGI
Capitolo 20  LEGGI
Capitolo 21  LEGGI
Capitolo 22  LEGGI
Capitolo 23  LEGGI
Capitolo 24  LEGGI
Capitolo 25  LEGGI
Capitolo 26  LEGGI
Capitolo 27  LEGGI
Capitolo 28  LEGGI
Capitolo 29  LEGGI

Per gli alti Poster della storia  QUI
Per il Trailer della storia QUI

giovedì 8 novembre 2012

Lucky Guy


Lucky Guy


Conteggio Parole: 206
Characters: BigBang; Se7en
Paring: TOP&Se7en
Note: Ora in Corea è il 9 Novembre, il compleanno di Se7en, e volevo fargli un regalino speciale =D e visto che per il compleanno del mio TOP non ho preparato nulla, ho deciso di scrivere qualcosa su loro due, la coppia TOP7 che mi piace tanto... Non è niente di che, ma mi andava di pubblicarla... Mi sa che domani ne pubblico un altra... XD spero che comunque vi piaccia... Buona lettura.


Dong Wook si è sempre preoccupato per il suo piccolo amico TOP. È sempre lì ad aiutarlo in ogni occasione e per ogni problema, anche il più stupido. Quindi quando quella mattina di Novembre il cantante ricevette la chiamata del rapper che lo informava che aveva la febbre alta, non ci pensò due volte a correre al dormitorio dei BigBang. Solo che TOP non era poi così tanto malato come aveva fatto credere. Quando Dong Wook entrò nella stanza del più piccolo lo trovò estremamente in salute e decisamente poco vestito. Adesso un unica camicia nera -un suo regalo- e nient'altro.
«Pensavo fossi malato. Mi hai detto di avere la febbre, Seunghyun!» TOP mise su un sorriso malandrino e lentamente gattonando sul letto dove era stesso si avvicinò a Dong Wook avvolgendogli le braccia attorno al collo.
«Ma io sono davvero tanto, tanto malato Dottor Se7en...» Sussurrò TOP con voce suadente all'orecchio di Dong Wook per poi morderglielo.
Dong Wook era sempre pronto ad aiutare TOP nei suoi problemi, solo che il più delle volte i problemi di TOP erano solo scuse per saltare addosso a Dong Wook che non imparava mai la lezione o forse semplicemente non voleva impararla perché gli piaceva risolvere quei problemi.




FINE!