lunedì 5 marzo 2012

WDG: Capitolo Venti


Capitolo Venti

Quel venerdì mattina, Hana e Jiram si erano alzate molto presto, avevano fatto colazione con tutta calma e poi si erano andate a preparare per il viaggio che le avrebbe condotte a Jeju. Hana era nervoso, non solo perché avrebbe rivisto Seunghyun ma anche perché avrebbe viaggiato con sua sorella Da Min.
Hana sperava tanto che la ragazza non fosse presuntuosa come il fratello, o non sarebbero mai andate d'accordo, un conto era sopportare Seunghyun, ma un conto era sopportare una ragazzina della quale non sapeva nulla.
Seungri e Daesung furono puntuali e alle 8:30 il campanello dell'appartamento suonò.
Jiram era al settimo cielo, alla fine il fatto che Seungri non l'avesse chiamata per giorni non la infastidiva più, alla fine aveva sentenziato la donna, avrebbe trascorso tre giorni e due notti con lui, questo la ripagava di tutte le telefonate non fatte.

WDG: Capitolo Diciannove


Capitolo Diciannove

Sedute una di fianco all'altra, Jiram e Hana guardavano un vecchio film in bianco e nero, accoccolate sul divano e coperte da una caldo plaid, le luci spente, la stanza rischiarata solo dalla luce della TV. Entrambe le donne però ignoravano il film, entrambe impegnate a controllare di continuo il proprio cellulare.
« Siamo patetiche vero? » Sospirò Jiram spezzando il silenzio. Hana si limitò a guardare l'amica e a sospirare a sua volta.
« Sono passati due giorni dalla partenza di Seunghyun e lui non si è neanche fatto sentire. »
« Almeno il tuo è a chilometri di distanza da qui. »
« Magari è partito anche Seungri. » Suggeri Hana, ma Jiram scosse la testa.
« Forse si è accorto che uscire con un Ajumma non è poi così divertente come sembra. » Sussurrò tristemente Jiram. Hana spintonò leggermente l'amica, sorridendole.
« Su via, non ti considererai sul serio un Ajumma? Tu? »

Io ho scelto te (Cap 2)




Title: Io ho scelto te
Rating: Arancione
Characters: FT Island
Paring: Jonghun & Hongki
Warnings: Yaoi, OCC
Note: Sinceramente, non so da dove mi sia uscito questo capito. Ma va bene lo stesso.
Tenete d'occhio la storia perché non so se in futuro aggiungerò qualche altro capitolo!
Beh, il resto sta a voi. Buona Lettura.


~ Anche tra 100 anni ti giurerò il mio amore, tu sei tutto per me ~


Quel lunedì mattina era iniziato come la più normale delle giornate. La signora Lee si era alzata di mattina presto, aveva fatto il bucato, rassettato la casa e preparata la colazione. Fatte tutte le faccende mattutine, la signora Lee si apprestava a svolgere il compito più arduo della mattinata svegliare i suoi figli, il più difficile da svegliare era il maggiore: Hongki. Non era uno attento allo studio, ed odiava tremendamente svegliarsi al mattino, se fosse stato per lui avrebbe dormito per tutto il giorno. Armata di pentola e mestolo la signora Lee si avviò lungo il corridoio che l'avrebbe portata alla camera del figlio. La donna si sentiva un soldato che si dirigeva al campo di battaglia, e svegliare Hongki era come combattere una guerra, che il più delle volte perdevi.