mercoledì 13 febbraio 2013

Capitolo 7: Il Ballo delle debuttanti -Parte 1-


Cornelia scende in cucina con il suo vestito in una mano e una borsa in un altra.
«Tu non vieni da Caroline?» Chiese Cornelia entrando in cucina e vedendo la sorella già dentro il suo vestito blue notte che la fasciava come una seconda pelle, con un leggero spacco sul davanti che lasciava intravedere le gambe magre e lisce.
«Andrò direttamente alla festa.»
«Sei già vestita? Manca ancora molto all'iniziò del ballo. Non rischi di stropicciare il vestito?» Cornelia aggrottò la fronte, mentre Elena armeggiava con i bigodini che metteva in testa.
«Ho una cosa da fare prima. »
«Capito.» Vedendo la sorella in difficoltà Cornelia aggiunse: «Hai bisogno di una mano con quelli? Sembri in difficoltà.»
«Tutto Okay. -Rispose Elena svelta.- Ti conviene andare. Car, odia chi arriva in ritardo.» Cornelia annuì.
«Si, hai ragione, meglio tenerla buona visto che deve maneggiare i miei capelli. -Cornelia accennò un sorriso.- Ci vediamo al ballo, io sarò quella bellissima.» E con un gesto della testa, uscì dalla cucina, Elena la seguì con lo sguardo fino a quando non senti la porta sbattere. A quel punto sospirando la ragazza si lasciò ricadere su una delle sedie stancamente.
«Ma che sto facendo?!» Si sussurrò Elena fissando il bigodino che aveva in mano.
Qualche ora prima Elena aveva ricevuto la telefonata del detective Mori che la informava che aveva le informazioni sulla sorella che cercava. Li per li Elena si era attivata per andare dal detective e sentire cosa aveva scoperto. Aveva chiesto a Stefan di vedersi direttamente alla festa. Ma adesso. Elena si pentiva di aver contattato quell'investigatore, in quella settimana la sorella sembrava un altra, si erano avvicinate molto e la notte non la sentiva più urlare. Le sembrava tutto apposto. E aveva paura che sapere la verità avrebbe rovinato il momento. Ma d'altra parte sentiva il bisogno di sapere la verità. Era combattuta e ancora doveva decidere il da farsi.