mercoledì 20 febbraio 2013

Capitolo 9: Il fidanzato di mia sorella


«Dai Corni, ti prego tu sei brava, se mi aiuti finirò in tempo e domani potrò consegnarlo senza problemi.» Cornelia scosse un dito davanti ad una ragazza con i corti capelli neri, fermati da un cerchietto colorato.
«Mi dispiace Meredith, ma dovrai cavartela da sola, questa volta. Io esco. Questa è la prima uscita dopo mesi. Non me la perderò.»
«Ma Corni.» Piagnucolò Meredith.
«Tornerò prima delle sette. È il regolamento. Ti aiuterò dopo. Te lo prometto.» Meredith, mise il broncio, ma annuì.
«Almeno portami uno dei cappuccini di Starbaks. »
«Farò di più. Ti porterò anche uno dei loro enormi biscotti.» Le labbra di Meredith si alzarono in un sorriso.
«Sei la migliore compagna di stanza che si possa desiderare.» Esultò Meredith andando ad abbracciare Cornelia, che la strinse dolcemente.

Cornelia si svegliò sbattendo più volte le palpebre. Il sole filtrava dalle finestre, illuminando una stanza a Cornelia estranea.
«Meredith...» Sussurrò portandosi una mano alla testa e guardandosi attorno.
Per qualche secondo Cornelia si era immaginata di essere tornata al suo collegio e che quello che aveva vissuto era stato solo un brutto incubo.