lunedì 25 febbraio 2013

Capitolo 11: Ubriaca


«Sono ubriaca.» Rise Cornelia portandosi una mano alla bocca mentre barcollando si dirigeva alla porta.
«Lo vedo.» Fu l'unico commento di Damon.
«Perché io sono ubriaca e tu che hai bevuto più di me sei sobrio?» Cornelia lo chiese con un tono da bambina curiosa mentre si appoggiava con le spalle alla porta.
«Perché sono un vampiro.» Damon era serio, mentre prendeva la borsa dalle mani della ragazza e frugava all'interno alla ricerca delle chiavi.
«Uffa... Perché voi si ed io no. Non siete poi così speciali.» Damon sospirò tirando fuori le chiavi.
«Ti preferisco da sobria.» Gli disse.
«Io ti preferisco sempre.» Rise Cornelia.
Damon aprì la porta e spinse Cornelia dentro casa, per poi entrare a sua volta. «Spiegami questa cosa. Perché voi vampiri potete entrare senza invito? Nei libri i vampiri devono essere invitati ad entrare.»
«È così infatti. Io sono già stato invitato ad entrare da Elena.» Damon spinse Cornelia verso le scale.
«Sei un po' confuso sul tuo essere vampiro. Perché guarda che non dovete essere invitati per entrare.»
«Cornelia?» La chiamò Damon e Cornelia alzò lo sguardo annebbiato dall'alcol verso di lui.
«Si?»