giovedì 28 febbraio 2013

Capitolo 12: Corri


Cornelia scese le scale con estrema lentezza la testa le pulsava dolorosamente e la bocca era arida.
«Buongiorno.» Annunciò entrando in cucina e andandosi a sedere su uno sgabello di fianco alla sorella
«'Giorno.» Salutò Elena mescolando il suo caffee. Cornelia poggiò la testa sul banco della cucina chiudendo gli occhi.
«Mal di testa?» Chiese Elena.
«Lancinante.»
«Così impari che non si sfida Damon in una gara di bevute.» Cornelia appoggiò le mani sulla testa che pulsava.
«Adesso lo so. Sperò almeno di non aver dato spettacolo.» Elena incurvò le labbra in un sorriso.
«Sei salita sul tavolo da biliardo e stavi iniziando a spogliarti, ma Damon ti ha fermata in tempo e ti ha riaccompagnata a casa.»
«Argh... -Cornelia nascose il volto nelle braccia poggiate sul tavolo.- Che figuraccia.»
«Tranquilla nessuno se ne ricorderà erano tutti ubriachi.»
«Tutti tranne Damon, il che è una condanna. Ma tu dov'eri? Perché non mi hai fermata?»
«Ero con Stefan. Sai noi due ci siamo lasciati...»