domenica 26 maggio 2013

Scheda: Ciao, Sorellina

Serie: I Diari della Setta (1° Storia)
Titolo: Ciao, Sorellina
Fandom: The Vampire Diaries | La setta dei vampiri | I diari delle streghe
Capitoli: 23 + Epilogo
Trama: Cornelia Gilbert è tornata a casa, dopo essere scappata dal collegio che frequentava. Ufficialmente perché le mancava la sua famiglia, ma in realtà c'è un oscurò segreto dietro il suo ritorno. Sembra infatti che Cornelia stia scappando da qualcuno. Ma Cornelia sa nascondere bene i suoi segreti, fino a quando...


Capitolo 1    LEGGI
Capitolo 2    LEGGI
Capitolo 3    LEGGI
Capitolo 4    LEGGI
Capitolo 5    LEGGI
Capitolo 6    LEGGI
Capitolo 7    LEGGI
Capitolo 8    LEGGI
Capitolo 9    LEGGI
Capitolo 10  LEGGI
Capitolo 11  LEGGI
Capitolo 12  LEGGI
Capitolo 13  LEGGI
Capitolo 14  LEGGI
Capitolo 15  LEGGI
Capitolo 16  LEGGI
Capitolo 17  LEGGI 
Capitolo 18  LEGGI
Capitolo 19  LEGGI
Capitolo 20  LEGGI
Capitolo 21  LEGGI
Capitolo 22  LEGGI
Capitolo 23  LEGGI
EPILOGO   LEGGI

Per altri poster della storia QUI

Epilogo: Cinque anni dopo

Cara Diario,
Come va? Che modo stupido di iniziare a scrivere... mi dispiace se ultimamente non ti ho scritto molto, ma il lavoro assorbe gran parte del mio tempo, chi l'avrebbe mai detto che un giorno mi sarei ritrovata ad avere un lavoro, una casa da pagare e tante altri mille pensieri cosi... umani. Io che ormai ho la tessera ad honoris per il mondo delle tenebre. Certo che in questi anni ne abbiamo passate tante. Tutti erano convinti che Ash avesse trovato la sua anima gemella in un umana e invece ci ha sorpresi tutti quando si è presentato alla porta del pensionato con quella ragazza che di umano aveva ben poco. Beh anche io ho lasciato a bocca aperta tutti quando gli ho presentato la mia anima gemella, nessuno se lo aspettava. Ricordo ancora le urla di Damon e Stefan, certo che c'è ne voluto prima che accettassero la situazione, si sono comportati da genitori apprensivi ed anche da veri stronzi.
È strano ma oggi ripensavo al giorno in cui Cornelia è tornata a casa, dopo la sua fuga dal college, ero veramente sbalordita del suo cambiamento e ho seriamente temuto di aver perso la mia adorabile sorellina, sono contenta che non sia stato così, lei è la persona più importante per me e le voglio tantissimo bene. Non abbiamo lo stesso sangue che ci circola nelle vene, ma siamo ugualmente una famiglia... eheheh certo che la nostra è davvero una grande famiglia e dico proprio in modo figurato spero che i fratelli nascosti siano finiti o non sapremo più dove metterli.
Oggi ho parlato con Cornelia e sembra che le cose al pensionato vadano bene, Faye e Stefan litigano come sempre, quei due si amano alla follia e pure ogni scusa e buona per litigare, Faye minaccia di continuo di andarsene ma poi non lo fa mai perché Stefan glielo impedisce... Quel ragazzo aveva proprio bisogno di un tipo imprevedibile come Faye che gliene combina di tutti i colori.
Dannazione è davvero tardi e domani devo andare a lavoro.
Scusami tanto diario, ma adesso penso che sia arrivato il momento di metterti da parte adesso ho una cara persona con cui confidarmi e raccontare i miei problemi....
Addio mio fedele amico di avventura, hai rinchiuso nelle tue pagine le mie lacrime, i miei sogni e segreti, custodiscili gelosamente e non dimenticarmi..
Tua per sempre
Elena Gilbert

Elena chiuse il diario con un lieve sorriso sulle labbra, aprì l'ultimo cassetto della scrivania e e lì lo posso insieme agli altri suoi gemelli. Quello era l'ultimo, adesso non aveva più bisogno di un diario, il suo cuore era in pace, la sua vita felice, Elena chiuse il cassetto con la consapevolezza che non lo avrebbe aperto per un bel po' di tempo e si alzò dalla scrivania. Oltre la finestra della camera da letto il cielo appariva puntellato di nubi bianche che apparivano come un candido lenzuolo che copriva il suo amante ovvero la luna.
Con quel pensiero in testa Elena si voltò verso il letto matrimoniale, che occupava gran parte della camera da letto, e sorrise di ammirazione per quella figura che nuda dormiva profondamente avvolta da un candido lenzuolo bianco.
«Ti amo.» Sussurrò con dolcezza, senza riuscire a distogliere lo sguardo dalla sua anima gemella.