mercoledì 18 dicembre 2013

I fuggiaschi: Capitolo 12

Provo a cercare te,
la percona che non riesco a vedere
Provo a sentire te,
la persona che non riesco ad ascoltare


«Senti Blaise, hai scelto un momento sbagliato per farmi visita. Mia madre è fuori città con mia sorella, Hana sta male, e la casa è un disastro.» Blaise si illuminò e scostando Ian dalla porta entro in casa.
«Oh, io trovo che sia perfetto, cioè voglio dire, posso occuparmi io di Hana, posso prepararle qualcosa di caldo.» Ian fisso Blaise in mezzo alla stanza, mentre lanciava all'armato un occhiata alla porta del bagno chiusa.
«Non preoccuparti Blaise posso prendermi io cura di Hana, come ho sempre fatto, Avrai molto da fare in negozio.»
«Niente è più importante di te ed Hana.» Blaise si voltò verso Ian e solo in quel momento si accorse che il ragazzo aveva gli occhi rossi come se avesse appena pianto ed era anche molto tesso. «Sei strano, è successo qualcosa?» Ian sobbalzò, poi timidamente accennò ad un sorriso.
«No, non è successo nulla. Entrate, cinque minuti non mi uccideranno e ormai avete visto il caos.» Ian si scosto dalla porta e lasciò che i quattro ragazzi entrassero, per poi chiudere svelto la porta.
«Ragazzi lui è Ian un mio compagno di scuola. Ian loro sono Thea mia cugina, Eric il suo ragazzo, Quinn ed Ash mio cugino acquisito.» Ian li guardo uno per uno per capire chi fosse un vampiro, chi una strega e via dicendo. Senza ombra di dubbio Ash era un vampiro, lo aveva visto più volte al negozio, Thea doveva sicuramente essere una strega come lo era anche Blaise, entrambe infatti avevano quella strana luce negli occhi come dei lampi, Quinn sembrava un vampiro, l'espressione torva e lo sguardo attento facevano dire si, Eric non sapeva dirlo poteva essere un lupo mannaro o qualunque altra cosa, non sapeva dirlo perché non ne aveva mai visti, ma era sicuro che fossero tutti abitanti del mondo delle tenebre, per questo doveva stare attento.
«Noi due ci conosciamo.» Disse Ian rivolto ad Ash per spezzare il silenzio che si era venuto a creare. «Già.» Si limitò a dire Ash sedendosi sul divano, dove fino a poco prima sedeva Arthur, voltandosi a guardare verso la porta del bagno. Si sentiva strano, Ash sentiva che c'era qualcosa che non andava che lo agitava.
«Non restate li in piedi, sedetevi.» Lì invitò il ragazzo con un gesto della mano, i suoi ospiti presero posto. «Vieni, Blaise, accompagnami in cucina a preparare un tè.» Disse Ian rivolgendo un occhiata a Blaise, che annuendo lo segui in cucina.
«Ma sei impazzita.» il gruppo rimasto in salotto sentì l'imprecazione di Ian, in realtà sentirono tutta la conversazione che avene tra i due perché la casa era piccola e la cucina era separata dal salotto solo da un arco.
«Come scusa?» Chiese Blaise inviperita.
«Ti ho detto che avevo dei problemi famigliari da risolvere e tu mi spunti qui con tutte quelle persone?» Blaise incrociò le braccia al petto.
«Tu hai sempre qualche problema famigliare.» Lo accusò lei.
«Scusami tanto se la mia famiglia non è perfetta.» Si infuriò Ian.
«Oh, per la vergine... Ian, non voglio litigare con te, avevamo bisogno di un posto sicuro e la prima persona che mi è venuta in mente sei stata tu, mi dispiace forse ho sbagliato a pensarlo.» Si incupì la ragazza. Ian si appoggiò al bancone della cucina.
«Ho mal di testa, Blaise. Oggi sono successe delle cose che mi hanno lasciato molto spaesato, e l'ultima cosa di cui ho bisogno è di un gruppo di estranei in casa mia e di litigare con te.»
«È per Hana? Sta molto male? Oggi a scuola sembrava stare bene.»

Furukawa Yuki

Nome: 古川雄輝 / Furukawa Yuki
Professione: Attore, Modello
Data di nascita: 18 Dicembre 1987
Luogo di nascita: Tokio, Giappone
Altezza: 1.80 cm
Peso: 60 Kg
Segno Zodiacale: Sagittario
Zodiaco Cinese: Coniglio
Agenzia: Horipro