mercoledì 19 novembre 2014

Quote of the week #6


BH: Capitolo 5



«Che ore sono?» Chiese Yunho seduto sul letto dell'ospedale.
«Sono le 17:37. Un minuto più di prima.» Rispose scocciato Yoochun. Era la decima volta che Yunho chiedeva l'ora nel giro di sette minuti. Erano passate due settimane da quando Yunho e Yoochun avevano “litigato” e da quel giorno i due si parlavano solo se obbligati o se necessario.
«Changmin è in ritardo.» Yunho non ricordava ancora niente, la sua memorie era ancora bloccata, ma aveva accettato che Changmin era una parte importante del suo presente e cercava di “collaborare” affinché la sua vicinanza lo aiutasse a ricordare. E poi... sentiva sempre quel fastidio allo stomaco quando lo vedeva, sorrideva o parlava, con chiunque non fosse lui. Quello doveva pur significare qualcosa.
«Avrà i suoi motivi.»
«Voglio andarmene.» Commentò Yunho. Oggi sarebbe stato dimesso dall'ospedale. Le sue funzioni vitali erano tornate quelle di prima e anche se per il momento doveva usare un bastone, per restare in piedi e muoversi, era nelle condizioni tali che poteva tornare a casa.
«Scusate il ritardo!» Changmin entrò nella stanza sorridendo. «C'è stata un emergenza alla clinica veterinaria e venendo ho firmato i fogli di dimissione. Possiamo tornare a casa.»
«Sei in macchina?» Chiese Yoochun prendendo le borse di Yunho.
«È di nuovo ad aggiustare ho presso l'autobus.» Rispose Changmin aiutando Yunho a mettersi in piedi.
«Dovresti cambiarla. Quell'auto ti da continuamente problemi.» Commentò Yoochun scuotendo la testa.
«Hyung tu sei in auto?» Changmin cambiò discorso sorridendo alle infermiere che lo salutavano strada facendo. In quei sei mesi in cui Yunho era stato in come, Changmin aveva stretto amicizia con tutto il personale del piano.
«Si.»
«Bene. Allora dacci un passaggio.» Sorrise Changmin.
«Possiamo anche prendere un taxi.» Commentò Yunho odiando quel dolce sorriso che si era disegnato sulle labbra del minore.
«Preferisco andare con lo hyung.» Rispose Changmin voltandosi verso Yunho con ancora quel sorriso sulle labbra.
«Allora tu vattene con il tuo hyung che io prendo un taxi!» Disse Yunho allontanando in modo brusco la mano di Changmin, che ancora lo teneva per il braccio, e si voltò nascondendo il rossore che si era venuto a creare sulle sue guance.
«Yunho ma non e che sei geloso.» Ridacchiò Yoochun divertito.
«Yah! Ma che cosa dici?! Io non sono geloso!» Scattò Yunho fulminando l'amico con lo sguardo. Yoochun si limitò a ridere e aprendo l'auto invitò gli amici a salire. Changmin prese posto di fianco a Yunho sui sedili anteriori.
«Passiamo a prendere Seungho al rifugio e ceniamo insieme.» Suggerì Yoochun una volta lasciato l'ospedale.
«Fantastico! Ma mi sa che dobbiamo ordinare qualcosa perché il frigo è vuoto.»
Yoochun ridacchiò divertito alle parole di Changmin. «Me lo immaginavo.»
«Invitiamo anche Junsu e Jaejoong.» Per un attimo il tempo sembro fermarsi alla richiesta di Changmin. «La cucina di Jae-hyung è fantastica!» Commentò Changmin cercando di sdrammatizzare la situazione forzando un sorriso.
«Chiamerò Junsu e glielo chiederò.» Disse Yoochun alzando lo sguardo e scontrandolo con quello di Yunho attraverso lo specchietto della macchina.