martedì 9 dicembre 2014

BH: Capitolo 8




«Sono nervoso.»
«Non dovresti non è poi tutta questa gran cosa.» Yunho si voltò verso Changmin e si stupì per tutta la calma che il giovane emanava, sembrava improvvisamente più grande della sua età.
«Per me è come se fosse la prima volta che li incontro, certo che sono nervoso, non ho mai conosciuto i genitori di nessuno.»
«Li hai visti diverse volte e ogni volta è sempre la solita storia.» Changmin tolse la chiave dal quadro e sospirò fissando l'enorme casa fuori dal finestrino.
«Papà dirà cose molto spiacevoli ma non c'è l'ha con te. Sono io il suo obbiettivo principale quindi ignora tutto quello che dice.» Changmin aprì il proprio sportello ma la mano di Yunho lo bloccò.
«Se non ti piace sentire quello che ti dice perché vieni?»
«Perché forse un giorno smetterà di dirle.» Changmin inspirò profondamente e poi uscì dall'auto seguito da Yunho e dal suo bastone.
«Sei cresciuto in una bella casa.»
«Non mi posso lamentare.» Sorrise Changmin afferrando la mano di Yunho. «I miei non sanno che hai perso la memoria sarebbe un appiglio troppo grande per mio padre.» Spiegò Changmin aiutando Yunho a camminare, giunti di fronte alla porta Changmin si bloccò.
«Scusa ma ne ho bisogno.» Sussurrò prima di voltarsi e impadronirsi delle labbra di Yunho e baciarlo con foga spingendo la lingua all'interno dell'altro e lasciando che Yunho si aggrappasse con forza ai suoi capelli.
Solo un colpo ti tosse ripetuto più volte impedì a Yunho di sbottonare i jeans a Changmin. «Voi ragazzi siete troppo uniti.»
«Ciao mamma.» Yunho si sentì le guance rosse e abbassò lo sguardo imbarazzato.
«Non che la cosa mi dispiaccia. Sono felice che il mio Minnie stia con qualcuno che lo ami così tanto ma i nostri vicini sono dei tali bigotti.» La mamma di Changmin si fece da parte e con un sorriso lasciò che i ragazzi entrassero dentro casa.
«Tua mamma sembra gentile.» Sussurrò Yunho quando si senti più sicuro della sua voce.
«Mamma ti adora e sotto sotto anche papà ma non lo ammetterà mai. Si preoccupa troppo per quello stupido ospedale.» Yunho annuì e strinse ancora più forte la mano di Changmin.
«I ragazzi sono arrivati.»
«Era ora.»
«Sono felice anche io di vederti.»
«Tesoro si dolce, Yunho e reduce da un lungo coma.»