sabato 14 novembre 2015

YDKL: Epilogo



Hyuk quel giorno, come un abitudine difficile da dimenticare, arrivo presto a scuola e come prima cosa andò nel suo armadietto per recuperare tutto il materiale che gli sarebbe servito quel giorno.
La combinazione era ancora quella assegnatagli dalla segreteria, perché era facile da ricordare e anche perché il giovane non aveva ancora compresso come si faccia a cambiare combinazione in quei lucchetti digitali.
240512, Hyuk digitò con sicurezza i numeri, sarebbe stato capace di farlo anche ad occhi chiusi, e la serratura dell'armadietto scattò aprendosi con un clic famigliare.
Hyuk apri l'anta dell'armadietto e allungò la mano per prendere il libro di chimica ma qualcosa lo fermo. Sopra i libri, perfettamente in ordine, c'era un mazzetto di piccoli fiori violetti dai petali delicati e vellutati.
Hyuk lo prese in mano e vide il biglietto legato al gambo dei fiori e curioso lo aprì sgranando sempre di più gli occhi.

Questi fiori si chiamano Balsamina e nella tradizione inglese hanno un significato che io voglio donare a te: Vuoi metterti con me?


«Cosa...» Hyuk sentiva il cuore battergli forte mentre rileggeva ancora quel biglietto.
«Allora?!» Hyuk sobbalzò sentendo quella voce e voltandosi si rese conto di avere la vista annebbiata dalle lacrime che si erano raccolte intorno ai suoi occhi.
«C-cosa?!» Balbettò Hyuk con le labbra leggermente tremanti.
«Vuoi metterti con me?!» Chiese Hongbin prendendo un altro fiore violetto dalla tasca della sua giacca e porgendolo a Hyuk che lo accettò con mani tremanti.
«Sì.» Rispose poi Hyuk arrossendo sotto lo sguardo felice di Hongbin che osò di più baciando velocemente la guancia del più piccolo che sgranò gli occhi ancora incredulo.


Il cortile scolastico si stava riempiendo di vita con ragazze e ragazzi che chiacchieravano e ridevano sotto un caldo sole.
«Ho sentito che oggi pioverà.» Disse una ragazza dai lunghi e mossi capelli castani appoggiandosi alla finestra dove il suo migliore amico, un ragazzo dai capelli castano scuro, guardava fuori.
«C'è il sole non l'hai notato.» Disse il ragazzo voltandosi a guardare l'amica molto più bassa di lui.
«Mio fratello dice che pioverà. Mi ha dato questo.» Sorrise la giovane mostrando un colorato ombrello giallo.
«Sohyun non credi un pò troppo a tuo fratello?!»
«Mio fratello è il migliore!» Rispose la ragazza mostrando un pollice all'insù.
In quel momento il sole fu coperto da una grossa nuvola nera e un lampo squarciò l'aria.
«Visto?! Mio fratello ha sempre ragione.»
«Non sta ancora piovendo.» Gli fece notare il giovane mentre un tuono faceva tremare la finestra. «Arriverà anche la pioggia Joohyuk e dopo la pioggia spunterà l'arcobaleno.» Joohyuk sorrise di fronte alla dolcezza dell'amica e per ripagarla le accarezzò amorevolmente la testa. «Andiamo in classe, le lezioni stanno per iniziare.»

La pioggia iniziò a cadere giù dal cielo lentamente e alla fine delle lezioni quella lieve pioggerella si era trasformata in una vera tempesta, con forte vento, tuoni e lampi.
"Spero che Sohyun sia arrivata a casa in sicurezza." Pensò Joohyuk mentre sotto la tettoia dell'ingresso fissava la pioggia cadere giù a grandi gocce.
«Non smetterà tanto presto.» Joohyuk si voltò verso la fonte di quella voce e rimase sorpreso di vedere dall'altro lato dell'ingresso un ragazzo dai capelli chiari.
«Prima o poi smetterà.» Rispose Joohyuk allungando la mano e lasciando che delle gocce di acqua gli bagnassero il palmo, l'altro ragazzo imitò il suo gesto.
«Sei del club di nuoto.» Affermò lo sconosciuto in tono piatto.
«Come lo sai?» Gli domando Joohyuk voltandosi a guardarlo e trovando l'altro ragazzo a ricambiare il suo sguardo. Per un attimo Joohyuk si perse nella profondità dello sguardo dell'altro ragazzo, ma il momento durò poco perché l'altro ragazzo distolse per primo lo sguardo. «Il famoso Nam Joo Hyuk che ha vinto per due volte consecutive le regionali. Chiunque in questa scuola conosce il tuo nome.»
«Tu chi sei?» Chiese Joohyuk curioso.
«Io?!» Chiese il giovane incontrando ancora una volta lo sguardo di Joohyuk. «Io sono un semplice nessuno.»
«Come ti chiami?» Gli tornò a chiedere Joohyuk.
«Così non va. La pioggia non smetterà mai di cadere.» Lo sconosciuto dai capelli chiari indosso il cappuccio della sua felpa e si butto sotto la pioggia.
«Yah tu, non mi hai detto come ti chiami.» Gli urlò Joohyuk più forte che poteva preoccupato che la pioggia sovrastasse la sua voce, ma lo sconosciuto sembrò sentirlo perché si fermò sotto la pioggia dando la possibilità a Joohyuk di ammirare ancora una volta i suoi occhi.
«Scoprilo da solo Nam Joo Hyuk.» E dopo queste ultime parole il ragazzo corse via.
Joohyuk rimase a lungo a fissare il punto in cui l'altro era scomparso e dopo un pò la pioggia smise di cadere e come aveva preannunciato Sohyun un bellissimo arcobaleno sormontò il cielo rischiarendo le nuvole.
«Chi sei?!» Chiese Joohyuk all'arcobaleno mentre nella sua mente rivedeva il volto del ragazzo di prima. «Scoprilo da solo Nam Joo Hyuk.» Joohyuk risentì quella voce nella testa come un eco lontano e sorriso. «Okay, lo scoprirò da solo.» Sorrise il giovane correndo fuori dalla scuola senza staccare gli occhi dall'arcobaleno.

7 commenti:

  1. Bello bello bello!!!! 😍😍Mi dispiace solo x la cosa troppo sbrigativa tra Hyuk e Hongbin..... Mi sarebbe piaciuto un pò di più spazio....
    Ma veramente complimenti!!!!!! 👏 Nn vedo l'ora di leggere il resto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver letto la ff.
      Si le cose tra Hyuk e Hongbin sono andate veloci, ma ci sarà spazio per loro con l'andare avanti della serie. ^_^

      Elimina
  2. L'ho letto in un sol gg.....
    Grazie mille ^^ Aspetto cn ansia 👍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani in mattinata pubblico il primo capitolo della nuova storia si chiama: Deep in my Heart

      Elimina
  3. Awwww che bella! Grazie per il lavoro *.*
    Mi ci mancava questa XD le fan fiction mi hanno proprio presa.

    RispondiElimina
  4. Hongbin e Hyuk sono l'amore.
    In ogni caso, ho adorato con tutto il cuore la tua storia -credo si sia notato, poi va beh, se non si è notato ti dico solo che sto SCLERANDO da mezz'ora-
    Spero di poterne leggere molte altre in seguito!

    RispondiElimina