mercoledì 6 maggio 2015

One-Shot: HoMin

Infermiere Speciale




«Ah, mi fa male la testa...» Yunho non stava molto bene, il giorno prima durante il campeggio era accidentalmente caduto all'interno di un piccolo ruscello e non era stata la più geniale delle cose in quel preciso periodo dell'anno.
TOC! TOC! TOC! TOC!
«Smettila, mi fa male la testa.. non sono in casa... vai via.» Qualcuno aveva iniziato a bussare alla porta d'ingresso tormentando la testa dolorante di Yunho.
TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC! TOC!
«Aish! Ne ho abbastanza!» Yunho si alzò furiosamente andando ad aprire la porta e ritrovandosi davanti il proprio fidanzato.
«Yunho ti ho aspettato per tanto tempo, pensavo di morire congelato.»
«Changmin sei un idiota! Non sto bene.» Yunho si teneva appoggiato alla porta del suo appartamento sostenendo il peso di se stesso che le sue gambe sembravano non riuscire a sostenere.
«Lo so Yunho, per questo sono qui come tuo infermiere personale.» Changmin mostra una busta a Yunho con il più grande dei sorrisi.
«Grazie per l'interesse piccolo, ma... cosa?» Changmin si avvicino a Yunho più del necessario e appoggiò una mano sul volto del maggiore con delicatezza.
«Hai veramente la febbre alta...» Sussurrò il minore con preoccupazione.

Flashfic: BangUp

Lavoro di lana


Ha davvero delle belle mani per essere un ragazzo... è così carino...
«Che cosa stai guardando?!»
«È la prima volta che vedo un ragazzo lavorare a maglia.» Sussurrò fissando il ragazzo di fronte a me. «Molti ragazzi lavorano a maglia oggigiorno.» Dice lui senza guardarmi.
«Che stai facendo?» Insisto.
«Se non lo capisci guardandomi è inutile che te lo spieghi.» Sbuffò sonoramente alle sue parole.
«E io che pensavo fossi carino.»
«Un ragazzo non dovrebbe essere carino.»
«Eppure tu lo sei.»
Il suo deve essere il primo lavoro a maglia che fa, alcuni punti sono saltati e il lavoro ha diversi buchi. Eppure è ammirevole il modo in cui Yongguk ci si dedica e le sue dita ne sono la prova, hanno diversi graffi causati dal costante lavoro ai ferri.
Vorrei leccare quelle dita.
«Quei graffi alle dita... non ti fanno male?»
«Perché me lo chiedi tutto d'un tratto?» Non resisto le due dita sono così belle, lui è così bello, e voglio guarire il suo dolore.

One-Shot: BaekChen

La Promessa



Una figura nuda scese dal letto, causando un leggero scricchiolio, e si mosse verso una camicia bianca abbandonata sul pavimento indossandola poi per coprire in parte le sue nudità.
La camera da letto era sfoglia solo il letto e diversi scatoloni decoravano l'ambiente.
Il giovane dai capelli chiari e camicia semi aperta si avvicino a uno degli scatoloni e lo aprì iniziando a tirare fuori il contenuto.
«Oh~~» Il giovane rimase sorpreso di fronte al contenuto di una delle scatole. Nella sua mano giaceva una collana con un grazioso ciondolo di cristallo trasparente al cui interno erano custoditi diversi petali di fiori gialli ormai secchi. «Me n'ero completamente dimenticato.» Un bellissimo sorriso apparve sul volto del ragazzo mentre ritornava con la mente al suo passato di bambino.