sabato 12 dicembre 2015

DH: Capitolo 3



Sungjae stava sbadigliando rumorosamente quando entrò a scuola percorrendo il corridoio che lo avrebbe portato in classe. Quel giorno come tutti gli altri giorni, non che fosse una novità, era in ritardo solo che questa volta c'era qualcosa di diverso. Fuori dalla classe 3D c'era i suoi studenti. «Che cosa succede?!» Chiese Sungjae avvicinandosi ad un gruppetto dei suoi compagni. «La nostra classe è stata completamente distrutta. Anche una al piano di sopra è nelle stesse condizioni della nostra.» Spiegò uno dei ragazzi.
«Perché l'hanno fatto?!» Chiese Sungjae e qualcuno fecce spallucce.
«Possiamo tornarcene a casa?!» Chiese ancora Sungjae sorridendo, ma il suo sorriso scomparve quando Jaehwan lo tirò per la giacca della divisa.
«Dove vuoi andare tu? Oggi dopo la scuola hai gli allenamenti di calcio.» Gli ricordò il giovane lasciando andare Sungjae che si voltò a fronteggiare Jaehwan. Proprio di fianco a Jaehwan c'era Wonsik che salutò l'altro con un gesto della mano.
«Anche Wonsik è in squadra lo sai vero?!»
«Lo so!» Esclamò Sungjae a denti stretti.
«Ragazzi ascoltatemi!» Il richiamo del professore Kim, il coordinatore della classe, fermo le chiacchiere di tutti.
«Al momento la classe è inutilizzabile, e visto che non sappiamo quando sarà riutilizzabile, dovremmo dividervi nelle altre classi del terzo anno.» Un mormorio di diniego si innalzò tra i presenti. «Lo so non è piacevole neanche per me questa situazione, ma è per poco. E poi potete usare questa opportunità per dimostrare a tutti che la sezione D non è un branco di caproni.» Le risate presero il posto del corro di diniego e il professore sorrise.