sabato 30 gennaio 2016

DH: Capitolo 8



Quella mattina Joohyuk era arrivato a scuola prima per allenarsi in piscina e quando l'orario d'ingresso a scuola si fece vicino aspettò di fianco ai cancelli l'arrivo di Sungjae. Ma invece di Sungjae la prima persona che varcò i cancelli fu Sohyun.
«Che ci fai qui?» Chiese la ragazza affiancando Joohyuk.
«Niente... Sto solo...»
«Aspettando Sungjae?!» Chiese Sohyun con un sorrisetto sulle labbra.
«Già...» Disse Joohyuk un pò imbarazzato.
«Quindi adesso... State insieme?» Chiese Sohyun.
«Non lo so.» Rispose Joohyuk un pò esitante. «Non è qualcosa di cui abbiamo parlato.»
«Allora dovreste parlarne. O almeno dovresti dirgli quello che provi.»
«Forse.» Sorrise Joohyuk guardando l'amica. «Stai ferma Sohyun hai qualcosa tra i capelli.» Joohyuk avvicinò la mano ai capelli dell'amica togliendo da questi una foglia.
«Vuoi diventare un albero?» Chiese il ragazzo sorridendo e mostrando la foglia.
Mentre i due amici ridevano e scherzavano ancora fermi all'ingresso della scuola, qualcuno andò a sbattere contro la spalla di Joohyuk. Il ragazzo si voltò pronto ad imprecare contro chiunque l'aveva colpito ma le parole gli morirono in gola.
«Scusami tanto, non ti avevo visto.» Sungjae stava sorridendo mentre spazzolava la spalla che aveva colpito.
«Ci si vede!» Salutò poi andando verso l'edificio scolastico.
«Se non ti dichiari a lui allora preoccupati perché potrei farlo io.»
«Yah!» Sohyun rise di fronte all'espressione dell'amico.
«Sungjae ha un certo fascino da cattivo ragazzo che mette i brividi in tutto il mio corpo.»
«Sohyun smettila!» Sohyun fisso gli occhi dell'amico e la sua espressione seria durò poco perché scoppiò subito a ridere.
«Vedesi la tua faccia.» Disse la ragazza tra una risata e l'altra. «Tranquillo non ho nessun interesse per lui. Ma devi comunque darti una mossa hai aspettato anche troppo.»
Detto questo Sohyun si allontanò dal ragazzo e si diresse verso l'edificio scolastico.

martedì 26 gennaio 2016

WWL: Side Story "Jaejoong"


*I gruppi kpop nominati fanno parte di un agenzia immaginaria in un isola immaginaria. Lo svolgersi di questa storia non coincide con fatti e avvenimenti della vita vera.
Questa One-Shot è il prequel di una fanfiction futura*





La luce del sole penetrava attraverso le tende accostate illuminando una camera da letto. Gli uccellini fuori sui rami degli alberi cinguettavano felici per quel sole caldo in una giornata che si preannunciava fredda. Un uomo seduto ai piedi di un grande letto si allacciava le scarpe mentre una ragazza sepolta sotto strati di coperte iniziava a svegliarsi.
«Buongiorno raggio di sole.» La salutò il ragazzo con un mezzo ghigno quando si accorse che la ragazza aveva aperto gli occhi.
«Cos'è successo?» Chiese la ragazza sedendosi faticosamente a letto e portandosi una mano alla testa pulsante.
«Non ricordi?» Chiese il ragazzo un po' divertito facendo scuotere la testa alla ragazza che si pentì immediatamente del gesto.
«Che cosa ci fai tu qui?» Chiese la ragazza coprendo il volto con le mani e cercando di mettere ordine nella sua testa pulsante.
«Questa è la mia camera.»
«Cosa?» Klaudia, questo il nome della ragazza, alzò lo sguardo sul ragazzo. «Che cosa ci faccio qui?» Chiese molto confusa.
«Sul serio non ricordi?» Klaudia sta per scuotere la testa ma si ricorda del suo mal di testa e mormora un no.
«È stata una serata memorabile, il miglior compleanno di sempre.» Ridacchiò il ragazzo con un sorrisino sulle labbra.
«Yah, Kim Jaejoong è meglio che mi racconti tutto quello che è successo ieri sera se non vuoi ritrovarti a cantare l'opera lirica tenendoti i gioielli di famiglia tra le mani.»
«Okay qual è l'ultima cosa che ricordi?» Chiese Jaejoong e Klaudia chiuse gli occhi cercando di rievocare la notte prima...

sabato 23 gennaio 2016

DH: Capitolo 7




Joohyuk quella mattina correva come un pazzo per i corridoi della scuola diretto alla 5-D. Giunto a destinazione aprì la porta senza neanche bussare e si precipitò nel banco di Lee Jonghyun destandolo dal suo gioco. «Che ci fai qui?!» Chiese Jonghyun alzando lo sguardo su un ansimante Joohyuk. «Siamo nei guai.» Ansimò Joohyuk recuperando il respiro.
«Che succede?» Chiese Jonghyun preoccupato.
«Si tratta di Sungjae.»
«Cosa è successo a Sungjae?!» Chiese Jonghyun alzandosi dal suo banco.
«Min Seokhun l'ha denunciato al preside, per la storia di ieri, e Sungjae rischia l'espulsione!»
«Bastardo figlio di puttana!» Ringhiò Jonghyun uscendo fuori dall'aula seguito da Joohyuk.
Quella mattina Joohyuk e Sungjae erano arrivati a scuola insieme, mano nella mano (ma questi erano dettagli), quando il professore Kim li aveva intercettati ancora fuori nel cortile e aveva invitato Sungjae a seguirlo anche Joohyuk, preoccupato, era andato con loro e giunti in presidenza avevano visto Min Seokhun insieme ad un uomo ed una donna, dallo sguardo altezzoso, e dì li la scoperta che Sungjae rischiava l'espulsione perché il giorno prima aveva aggredito Min Seokhun.
Quando Jonghyun e Joohyuk arrivarono in presidenza lì fuori dalle porte dell'ufficio del preside c'erano solo Min Seokhun e la sua famiglia. Min Seokhun impallidì quando vide Jonghyun specialmente leggendo la furia nel suo sguardo.
Se non fosse stato per Joohyuk che bloccò il maggiore per il braccio probabilmente quest'ultimo si sarebbe scagliato contro Min Seokhun picchiandolo a morte nonostante la presenza dei suoi genitori.
Prima che la situazione diventasse troppo esplosiva la porta della presidenza si aprì e il professore Kim uscì incontrando lo sguardo di Jonghyun e Joohyuk.
«Non potete stare qui, andate in classe.» Disse l'insegnante esasperato.
«Professore non può mandare via Sungjae.»
«Jonghyun, non è una decisione che spetta a me--»
«Lei sa che Min Seokhun è un verme!» Esclamò Jonghyun a denti stretti furente.

sabato 16 gennaio 2016

DH: Capitolo 6




«Mi piacerebbe sapere che tipo di rapporto hanno quei due?!» Sussurrò Jaehwan fissando il tavolo dove Sungjae era seduto insieme e Jonghyun.
«Mangia.» Lo spronò Taekwoon avvicinando le sue bacchette alla bocca di Jaehwan  imboccandogli un pò di riso.
«Che tipo di rapporto vuoi che abbiano? Stano solo pranzando.» Si intromise Hakyeon mangiando il suo pranzo e ignorando Wonsik che gli chiedeva di essere imboccato.
Loro due avevano reso ufficiale la loro relazione ma Hakyeon era ancora restio alle dimostrazioni d'affetto in pubblico. Non poteva sembrare, visto il suo carattere esuberante, eppure Hakyeon era un tipo molto timido.
«Magari hanno... una relazione romantica?!» Chiese Hyuk e gli occhi di Jaehwan brillarono di felicità. «Sarebbe magnifico. Potremo fare delle uscite a quattro.» Disse poi guardando Taekwoon. «Mai.» Rispose questo senza neanche guardarlo.
«Namjoon sa qualcosa...» Sussurrò Jaehwan con fare cospiratorio.
«Ancora!?» Sbuffò Taekwoon per niente interessato.
«Prima in classe ha detto che per Jonghyun Sungjae è importante.»
«È il suo fidanzato!» Esclamò Hyuk.
«Non può essere non li ho mai visti insieme, questa è la prima volta.» Anche Hakyeon si lasciò coinvolgere in quel discorso.
«Beh in realtà in questi mesi non ho mai visto Sungjae con nessuno, è sempre stato solo.» Disse Wonsik.
«Magari si sono messi insieme da poco.» Suggerì Hongbin.
«Giusto o forse hanno cercato di non dare troppo nell'occhio.» Suggerì a sua volta Hyuk facendo annuire tutti gli altri tranne Taekwoon.
«Non pensate di star esagerando un pò?» Chiese Taekwoon. «Non avete mai pensato che potrebbero anche non conoscersi e che Sungjae si sia seduto li per stare il più lontano possibile da Jaehwan?!»
«Anche questo è possibile.» Dissero Hakyeon, Wonsik e Hyuk nello stesso momento.

venerdì 15 gennaio 2016

[SUBITA] Because It's The First Time #ep.01


Because It's The First Time [Completo]

Titolo: 처음이라서 / Cheoeumiraseo
Genere: Melodramma, Romantico, Commedia
Episodi: 8
Network: OnStyle
Periodo di Trasmissione: 7 Ottobre 2015 - 25 Novembre 2015
Orari: Mercoledì 23:00

Trama
Tae Oh ha 20 anni ed è una matricola universitaria dalla personalità brillante e positiva. Tae Oh è amico d'infanzia di Song Yi, ed ora inizia a provare dei sentimenti per lei. Tae Oh e Song Yi hanno un amico comune; Seo Ji Ahn, un ragazzo gentile dal buon carattere. Un triangolo amoroso inizierà a formarsi tra queste tre persone.

Cast
Choi Min Ho è Yoon Tae Oh
Park So Dam è Han Song Yi
Kim Min Jae è Seo Ji Ahn
Lee Yi Kyung è Choi Hoon
Jo Hye Jung è Oh Ga Rin
Jung Eugene è Ryoo Se Hyun

Altri
Im Yoon Ah è Im Yoo Jin (Ep.1)
Hong Suk Chun è Manager della caffetteria (Ep.2)
Jung Man Shik è Padre di Ji Ahn
Lee Seung Yeon è Zia di Song Yi
Jung Kyung Ho è Agente di polizia (Ep.2)
Yoon Hyun Min è Agente di polizia (Ep. 2)
Ahn Nae Sang è Padre di Tae Oh (Ep. 2)

Produzione
Regia: Lee Jung Hyo
Sceneggiatura: Jung Hyun Jung

*Trailer*


Episodi (Tradotti da me)
Episodio 1
Episodio 2
Episodio 3
Episodio 4
Episodio 5
Episodio 6
Episodio 7
Episodio 8

giovedì 14 gennaio 2016

WWL: Side Story "Kai"

*I gruppi kpop nominati fanno parte di un agenzia immaginaria in un isola immaginaria. Lo svolgersi di questa storia non coincide con fatti e avvenimenti della vita vera.
Questa One-Shot è il prequel di una fanfiction futura*




La Kim Entertainment è la terza agenzia di intrattenimento più famosa e importante dell'isola di Cierras la llave (Un isola indipendente dell'Oceano Pacifico del Nord). Il Proprietario dell'azienda, Kim Jeongmin, è il padre di quattro figli maschi: Kim Jaejoong, Kim Minjun, Kim Myungsoo e Kim Jongin. Tutti e quattro giovani figli sono cantanti della Kim Entertainment.
Oggi faremmo la conoscenza di Kim Jongin alias Kai il minore dei fratelli Kim e membro del gruppo EXO che tra poco affronterà il debutto.
«Hyung! Jaejoong-hyung!» Kai corse incontro al fratello maggiore tutto felice e sorridente. «Hai sentito?! Hai sentito?» Chiese tutto felice il ragazzo.
«Sentito cosa?» Chiese Jaejoong il maggiore dei fratelli Kim.
«Gli EXO debutteranno il prossimo mese!» Esultò Kai con gli occhi che gli brillavano.
«Congratulazioni!» Sorrise Jaejoong scompigliando i capelli del fratello.
«Devi assolutamente sentire la nostra canzone hyung è incredibile! Devi assolutamente venire in sala prove con me.»
«La prossima volta Jongin adesso devo andare a registrare un programma.»
Jongin perse parte del suo sorriso ma Jaejoong non se ne accorse impegnato com'era a guardare il suo cellulare.
«Lavora sodo fratellino.» Lo salutò il maggiore prima di andare via il tutto senza alzare lo sguardo dal cellulare.
Perdendo tutto il suo entusiasmo Kai si diresse alla sala prove dove l'attendevano gli altri membri del gruppo.

mercoledì 13 gennaio 2016

Bromance Time!

Bromance! Bromance! Bromance!
E' la mia parolina magica per questo periodo ahahah ma che dico è la mia parola magica di sempre specialmente quando parliamo di drama.
La mia ossessione del momento, parlando di drama, è Cheese in the trap e Moorim School, e naturalmente i loro protagonisti maschili ^_^
Due drama diversi per trama ma che sono molto avvincenti.
Mi sono innamorata dei protagonisti maschili e delle loro interazione... c'è così tanto bromance e carne sul fuoco XD ahahah
Presa come sono da loro ho realizzato un video =D Spero possa piacervi.

sabato 9 gennaio 2016

DH: Capitolo 5



Quando quella mattina la sveglia suonò Sungjae non aspettò molto per spegnerla.
Sungjae era già sveglio da ore a fissare il soffitto bianco con sguardo perso. Ripensava come un disco rotto alla sera prima al momento in cui Joohyuk lo aveva chiamato per poi baciarlo. Sungjae si sfiorò le labbra con un sorriso imbarazzato sulle labbra.
«Sungjae sei sveglio?» La voce della madre fecce scattare Sungjae a sedere.
«Sì.» Rispose il giovane perdendo il sorriso.
«La colazione è pronta.» Lo informò la madre prima di allontanarsi probabilmente diretta in cucina. Sungjae scese dal letto ed uscì dalla camera diretto alla piccola cucina dove la madre aveva già apparecchiato la tavola con la colazione.
Sungjae presse posto e poco dopo anche sua madre lo imitò.
«Devi lavorare fino a tardi anche oggi?!» Chiese Sungjae senza alzare lo sguardo dalla sua ciotola di riso.
«Sì, è il periodo più impegnativo dell'anno questo.» Sungjae non disse nulla e iniziò a mangiare svogliatamente. «Mi dispiace doverti lasciare ogni sera da solo Sungjae, ma ho bisogno di lavorare per permetterci la vita che abbiamo.»
«Perché non chiedi aiuto a quell'uomo?» Sussurrò Sungjae pieno di rabbia.
«Non posso Sungjae ho già rovinato abbastanza la sua vita...»