sabato 13 febbraio 2016

HB: Prologo




Yeo Jin Goo aveva lasciato il club di musica quando delle voci attirarono la sua attenzione.
Guardando oltre l'angolo del corridoio Jigoo vide due figure fronteggiarsi e lui conosceva entrambi.
«Io... Vorrei essere la tua fidanzata.» Stava dicendo una ragazza a sguardo basso, una ragazza che Jigoo riconobbe come la nuova compagna di classe: Kwon Yuri.
«La mia fidanzata?» Chiese Lee Jong Hyun fronteggiando la ragazza.
«Beh ecco... Potremo iniziare uscendo insieme qualche volta... Ma non voglio obbligarti.»
«Sei davvero una ragazza carina mi piacerebbe uscire con te...» Jigoo smise di ascoltare e si allontanò lungo il corridoio diretto fuori dalla scuola.
«Quindi possiamo uscire insieme?!» Chiese la ragazza speranzosa.
Jonghyun distolse lo sguardo da quel punto oltre le spalle di Yuri e lo puntò su di lei.
«No.» Rispose con sicurezza Jonghyun.
«Perché?» Chiese la ragazza un pò delusa.
«Le ragazze non mi piacciono.» Dichiarò Jonghyun.
«Oh~» Jonghyun appoggiò la mano sulla testa di Yuri accarezzandogli i capelli. «Dovresti conoscere meglio una persona prima di dichiarargli i tuoi sentimenti.» Yuri arrossì annuendo alle parole dell'altro.


Era già tarda serata, il cielo era già scuro, e le strade di periferia era silenziose.
In un campo da basket vicino ad un piccolo parco giochi Jigoo se ne stava in mezzo al campo a tirare a canestro finendo ogni volta con il colpirne il bordo.
Il giovane andò avanti così per un pò: prendeva il pallone arancione lo alzava oltre la sua testa prendeva la mira e poi lanciava colpendo il bordo del canestro e lasciando rimbalzare la palle che con un ritmo regolare ritornava sempre ai suoi piedi. Solo che all'ennesimo tirò quando la palla colpì il bordo del canestro, rimbalzando, la palla non ritornò ai suoi piedi ma rotolò oltre il bordo del campo.
«Non sei ancora stanco di fallire?!» Jigoo si voltò sentendo quella voce, ormai divenuta familiare, e rimase immobile a fissare Lee Jonghyun prendendo la palla con sicurezza e lanciarla verso il canestro mandandola a segno con un tiro pulito.
«Devi tirare leggermente indietro il gomito prima di tirare così hai più possibilità di andare a segno.» Jonghyun andò a recuperare la palla lanciandola a Jigoo che l'afferrò al volo.
«Prova.» Lo spronò Jonghyun.
Jigoo fissò la palla per lungo tempo prima di alzarla in aria e buttarla verso il canestro colpendo ancora una volta il bordo.
«Hai dimenticato di tirare indietro il gomito.» Jonghyun recuperò di nuovo la palla ma questa volta invece di lanciarla a Jigoo gliela portò porgendogliela gentilmente.
«Concentrati sul canestro e poi tira.» Jigoo fecce come gli era stato detto e tirò nuovamente ma come tutte le altre volte la palla fini sul bordo.
«Credo che tu sia proprio negato.» Disse Jonghyun recuperando nuovamente la palla.
«Tieni, riprova!» Jonghyun allungò la palla verso l'altro.
«Non voglio!» Esclamò Jigoo colpendo la palla con irruenza e facendola rotolare a terra dopo un brutto rimbalzo. «Non ho bisogno del tuo aiuto!» Urlò poi voltando le spalle al canestro e allontanandosi.

«Che tipo interessante.» Sussurrò Jonghyun riprendendo la palla e lanciandola in aria facendola finire fluentemente dentro il canestro.

Nessun commento:

Posta un commento