sabato 9 gennaio 2016

DH: Capitolo 5



Quando quella mattina la sveglia suonò Sungjae non aspettò molto per spegnerla.
Sungjae era già sveglio da ore a fissare il soffitto bianco con sguardo perso. Ripensava come un disco rotto alla sera prima al momento in cui Joohyuk lo aveva chiamato per poi baciarlo. Sungjae si sfiorò le labbra con un sorriso imbarazzato sulle labbra.
«Sungjae sei sveglio?» La voce della madre fecce scattare Sungjae a sedere.
«Sì.» Rispose il giovane perdendo il sorriso.
«La colazione è pronta.» Lo informò la madre prima di allontanarsi probabilmente diretta in cucina. Sungjae scese dal letto ed uscì dalla camera diretto alla piccola cucina dove la madre aveva già apparecchiato la tavola con la colazione.
Sungjae presse posto e poco dopo anche sua madre lo imitò.
«Devi lavorare fino a tardi anche oggi?!» Chiese Sungjae senza alzare lo sguardo dalla sua ciotola di riso.
«Sì, è il periodo più impegnativo dell'anno questo.» Sungjae non disse nulla e iniziò a mangiare svogliatamente. «Mi dispiace doverti lasciare ogni sera da solo Sungjae, ma ho bisogno di lavorare per permetterci la vita che abbiamo.»
«Perché non chiedi aiuto a quell'uomo?» Sussurrò Sungjae pieno di rabbia.
«Non posso Sungjae ho già rovinato abbastanza la sua vita...»