sabato 28 maggio 2016

TSSFY: Capitolo 8



La mostra era finita da un pò, tutti erano andati via da un pezzo, tranne due persone.
Bogeom e Inguk se ne stavano seduti su un muretto basso che circondava la proprietà dove fino a qualche momento prima si era tenuta la mostra.
«Da bambino ho avuto un incidente.» Iniziò a dire Inguk quando il silenzio si fece insopportabile. «Stavo correndo da te perché volevo vederti, ma non ho prestato attenzione alla strada e un auto mi ha investito. Ho subito una grave commozione celebrare e sono stato operato. Quando mi sono svegliato non ricordavo più nulla.»
«È per questo che non ti ricordi di me...» Sussurrò Bogeom facendo annuire Inguk.
«I miei ricordi comunque non erano andati via. Alle volte mi capitava di fare dei sogni, dove rivivevo il mio passato ma quando mi svegliavo come tutti i sogni lentamente sparivano.»
«Perché allora adesso ricordi?» Chiese Bogeom.
«Non ricordo tutto.» Spiegò Inguk. «Solo alcune cose. Ricordo quel giorno sul tetto, quando ti ho chiesto di sposarmi. Ricordo quella volta che ti sei arrampicato su quell'albero di mele, nel cortile dell'orfanotrofio, solo perché ti dissi che ne volevo una. Poi quando sei caduto, tagliandoti il mento, piansi io al tuo posto. Immagino di non dover pretendere di ricordare tutto subito.» Inguk si tormentò le dita strette in grembo.