sabato 23 luglio 2016

NMM: Capitolo 4



Quando quella mattina Luhan uscì da casa Son con Dongwoon e Junhyung, per dirigersi a scuola, trovò suo cugino Aaron ad attenderlo di fronte ai cancelli di casa.
«Cosa ci fai qui?» Chiese Luhan in cinese.
«Volevo vedere il mio adorato Lulu.» Rispose Aaron con un sorriso allargando le braccia e abbracciando il cugino. «Sembri ancora più sottile dell'ultima volta che ti ho visto.»
«Devo andare a scuola.» Protesto Luhan sciogliendo l'abbraccio del cugino.
«Lo so. Vi accompagno.» Disse Aaron con un sorriso.
«Il prossimo trimestre iniziamo il corso di Cinese.» Sussurrò Dongwoon e Junhyung annuì consenziente.
«Ragazzi mio cugino ci accompagna a scuola.» Disse Luhan tornando al coreano e voltandosi a guardare gli altri due.
«Allora chi di voi due è il fidanzato di Luhan?» Chiese Aaron una volta in auto.
«Gēge!» Lo richiamò Luhan imbarazzato.
«Non indicherò nessuno ma posso dirti che non sono io.» Disse Dongwoon con un sorriso.
«Yah!» Lo richiamò Junhyung fulminando l'amico con lo sguardo.
«Spero che tu non faccia soffrire il mio Luhan, non lo da a vedere ma ha un cuore che si ferisce facilmente.» Disse Aaron incontrando lo sguardo di Junhyung attraverso lo specchietto retrovisore.
«È così imbarazzante.» Si lamentò Luhan affondando nel sedile di fianco al guidatore.
«Quando tornerai in Cina?» Chiese Luhan sperando di cambiare argomento.
«Andrò in aeroporto subito dopo averti portato a scuola.»
«Di già?» Chiese Luhan deluso.
«Sono un uomo impegnato lo sai.»
«Lo so.» Luhan sospirò. «Dì a mamma e papà che mi mancano.»
«Ovviamente. Gli zii saranno felici di sapere che hai degli amici e anche un fidanzato.» Luhan arrossì alle parole del cugino ma non nego nessuna affermazione.
Quando giunsero a scuola Luhan si trattene dentro l'auto del cugino abbracciandolo stretto diverse volte e raccomandandogli di prendersi cura dei suoi genitori.
Quando stava entrando a scuola Luhan si trovò braccato, sì braccato era la parola giusta, da Bogeom, Inguk, Jingoo e Jonghyun.
«Dove sei stato tutta la notte? Chi era quel tipo in macchina? Chi erano quei ragazzi scesi dalla macchina? Perché non mi rispondi?» Chiese Bogeom tutto d'un fiato.