domenica 9 luglio 2017

Butterfly: Capitolo 2



Le vacanze estive erano iniziate da diverse settimane e Dongwoon aveva trascorse tutte le sue mattine a oziare. In quel momento il ragazzo si trovava sdraiato sul suo letto a fissare il soffitto in uno stato semi intontito.
Quando la porta della sua stanza si aprì Dongwoon si voltò appena a vedere la madre che apriva le tende alla sua finestra e raccoglieva i panni sporchi dal pavimento.
«Hai intenzione di restare a letto per tutta l'estate?!»
«L'idea mi allerta.» Dongwoon lanciò un occhiata alla madre e ghigno di fronte alla sua disapprovazione. «Resterò qui solo fino al ritorno di Jun.»
«Tua sorella sta andando in spiaggia, perché non vai con lei?»
«Preferisco morire!» Esclamò Dongwoon nascondendo il volto nel cuscino.
«Preferisci venire con me e i gemelli in piscina?» Dongwoon tolse il cuscino dal volto.
«Quella vicino al fiume Han o quella alle porte della città?»
«Quella al fiume Han.»
«Allora no. Quel posto è noioso.» Dongwoon tornò a coprirsi il volto con il cuscino.
«Allora alza quel cullo dal letto e vai in spiaggia con tua sorella.»
«Non voglio, fa troppo caldo.»
«Non era una richiesta giovanotto era un ordine.» Dongwoon si tolse il cuscino dal volto e si mise a sedere sul letto fissando incredulo la madre.
«Mamma, non puoi obbligarmi.»
«Lo faccio per il tuo bene, un giorno mi ringrazierai.» Detto questo la signora Son usci dalla stanza del figlio. Dongwoon si sdraio nuovamente sul letto e frustrato colpi il materasso coi piedi. Quando si fu calmato, e non maledisse più il suo migliore amico per essere andato in vacanza in Cina con la famiglia del suo ragazzo, Dongwoon spostò lo sguardo su un paio di scarpe blue che se ne stavano ordinatamente sistemate vicino alla sua scrivania. Mettendosi più comodo sul letto Dongwoon si ritrovò a sorridere.